Museo Civico di Feltre

Museo Civico di Feltre

Il Museo ha sede in alcune sale di uno dei più antichi palazzi Feltrini, un tempo proprietà della famiglia Villabruna, ricostruito nel primo Cinquecento sopra i ruderi di un edificio medievale.

Museo Civico di Feltre

Il Museo Civico di Feltre è ospitato all’interno di Palazzo Villabruna, “l’esempio più raffinato dell’edilizia cinquecentesca urbana feltrina” (A. Bona, t. Conte, Feltre, Architetture della città storica).

Edificato forse nel Quattrocento con funzione di palazzo – fondaco e poi pesantemente danneggiato durante la guerra cambraica, venne ricostruito con linguaggio rinascimentale. Acquisito subito dopo la prima guerra mondiale dal Comune di Feltre, venne destinato a sede del Museo Civico cittadino e per questo – negli anni Venti del Novecento – restaurato sotto la guida dell’architetto Alberto Alpago Novello.

Al termine dell’intervento, negli ambienti rinnovati trovarono spazio collezioni pittoriche, arredi, ceramiche e suppellettili dei secoli XV-XIX. Si segnala in particolare la preziosa pinacoteca che annovera opere di Gentile Bellini, Vittore Belliniano, Giambattista Cima da Conegliano, Jacopo Palma il Giovane, Pietro Liberi, Gregorio Lazzarini e Pietro della Vecchia. Sono degne di nota la raccolta di sculture lignee, da quelle policrome dei secoli XVI-XVIII al modello di fontana di Valentino Panciera Besarel (1863).

Il piano terra del Palazzo, seminterrato e scavato nella roccia su cui poggia l’edificio, accoglie in una rara struttura a fondaco con botteghe, il Museo Archeologico di Feltre attualmente in via di allestimento.   

Eventi in zona

Ospitalità