Anello della Val Belluna

Anello della Val Belluna

Percorso cicloturistico della valle del Piave

INFORMAZIONI UTILI:

Parcheggio: Parcheggio di Lambioi (Belluno)

Distanza: 78 km

Dislivello: 850m

Difficoltà: media

Tempo di percorrenza: 1/2 giorni

Attrezzatura consigliata: MTB bike/bici da corsa

 

Ci si trova in un ambiente naturale che esige rispetto:

  • Divieto di raccolta di fiori
  • Divieto di balneazione
  • No agli schiamazzi
  • Divieto di accensione fuochi
  • Non lasciare in giro rifiuti, ma gettali negli appositi spazi (anche i mozziconi di sigarette, i fazzolettini, le mascherine e il rifiuto umido)
  • I minori devono essere accompagnati
  • Non uscire dal sentiero
  • Non disturbare la fauna locale

Si suggerisce di informarsi tramite il sito dell’ARPAV su eventuali perturbazioni prima di intraprendere il percorso.

Per maggiori informazioni sul percorso e le sue varianti è possibile consultare il sito dedicato all’Anello della Val Belluna.

L’Anello della Val Belluna, ai piedi del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, permette di scoprire un angolo di Veneto non ancora toccato dal turismo di massa.

Caratterizzato da grande varietà di paesaggi agrari, e ricco di arte, storia e natura, con le città d’arte di Belluno, Feltre e Mel, siti di interesse etnografico e naturalistico, ville venete, castelli, siti archeologici, forre, laghi e cascate è ideale per trascorrere un fine settimana, in qualsiasi periodo dell’anno, all’insegna del cicloturismo slow. 

L’Anello della Val Belluna, percorso in direzione Belluno-Feltre, parte dalla meravigliosa città arroccata di Belluno per proseguire verso Sedico e Santa Giustina, dove si trova il Mulino del 1526 di Santa Libera e le numerose rogge del Vesès lunga la “Via dell’Acqua”. Prosegue, poi, verso Busche dove nel 1964 nacque la Latteria Sociale Cooperativa della Vallata Feltrina, oggi meglio conosciuta a livello nazionale e internazionale come Lattebusche. Si prosegue poi in direzione della città dipinta in stile veneziano di Feltre con una splendida visuale sulle Dolomiti Bellunesi. Per chi fosse interessato ad ammirare ulteriori luoghi limitrofi sulla Destra Piave è possibile percorrere la Valle del Mis, a Sospirolo nel cuore del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, attorniata dalle alte e impenetrabili pareti dei Monti del Sole e del Gruppo del Pizzocco. In zona Cesiomaggiore, invece, vi attenderà una visita al Museo Etnografico Dolomiti e alla vita quotidiana bellunese dalla fine dell’Ottocento ad oggi, e il Museo storico della bicicletta “Toni Bevilacqua”, per concludere nella Val Canzòi, insita nel parco, e all’abitato di Montagne con case rurali dalla tipica architettura di questi luoghi. 

L’Anello, percorso in direzione Feltre-Belluno, invece, parte dal centro storico in stile rinascimentale della cittadina feltrina, per proseguire verso Lentiai dove si trova la chiesa di Santa Maria Assunta riconosciuta come Monumento Nazionale. Non molto distante vi attende la più suggestiva chiesetta trecentesca del territorio dedicata a Sant’Antonio Abate a Bardies e il sito naturalistico dei Laghetti della Rimonta. Sempre in direzione Belluno, immancabile tappa al pregevole borgo di Mel, sulla cui piazza si affacciano diversi palazzi veneziani. Dopo Trichiana e Limana si giunge a Villa Buzzati, dimora del noto scrittore bellunese, per terminare il percorso a Borgo Piave, ossia in uno dei più importanti porti fluviali degli zattieri del Piave. Per chi volesse scoprire ulteriori luoghi al di fuori del percorso nella Sinistra Piave, vi sono itinerari che vi condurranno ad ammirare l’antico complesso architettonico del Santuario dei SS. Vittore e Corona, nonché la Riserva Naturale di interesse internazionale del Vincheto di Celarda. Nella zona di Borgo Valbelluna, infine, potrete ammirare l’unico castello meglio conservato di tutta la Valbelluna, ossia il Castello di Zumelle.

Scarica tracciato

Eventi in zona

Ospitalità