Il museo del latte di Farra di Mel  nasce dalla volontà degli ex soci e dell'associazione CRAL Farrese per conservare una parte della storia rurale e contadina della Vallata Bellunese, dove dalla fine del 1800 in poi, in quasi tutte le frazioni, nacquero strutture sociali e cooperative per la produzione e lavorazione del latte.


La società della Latteria di Farra ebbe inizio nel 1891, in una sede di cui non godeva della proprietà ed era situtata in una casa privata. Nel 1907 si individua  il terreno dove verrà edificata la nuova latteria e attuale sede del Museo.

La latteria rimase in funzione fino al 1973, quando la trasformazione del latte diventa industriale e tutte le piccole società di paese vengono inglobate nei grandi caseifici. La latteria di Farra resterà aperta solo per la raccolta del latte fino agli anni Novanta. All'interno del Museo, che si trova nella sala principale, sono stati conservati e restaurati tutti gli strumenti e macchinari in uso all'epoca per la trasformazione dei prodotti caseari, l'archivio storico dei documenti cartacei e una raccolta di stampi per il burro tra cui lo stampo della latteria sociale di Seian (località sita sempre a Farra) che testimonia la presenza di un piccolo caseificio già prima del 1891 oltre le testimonianze orali.