Archivi

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Concerto in onore dei Ss. Martiri Vittore e Corona

18 Settembre 2023 @ 0:00

La Missa in tempore belli è la seconda delle sei grandi messe che Haydn scrisse negli ultimi anni di attività, tra il 1796 e il 1802.

Deve il suo nome alle particolari circostanze storiche: le minacciose invasioni napoleoniche.

E’ detta anche Paukenmesse, messa dei timpani, proprio per l’assolo di questo strumento durante L’Agnus Dei, i cui i colpi evocano il rombo dei cannoni sui campi di battaglia, cui fa seguito la costante invocazione “dona nobis pacem”.

La Sinfonia 103 risale al periodo del soggiorno londinese di Haydn e fu composta durante l’inverno 1794-1795.

Manifesta una completa padronanza della forma, ma nello stesso tempo introduce soluzioni innovative, che anticipano quell’emancipazione dalle architetture classiche, che sarà realizzata pochi anni dopo da Beethoven.

Un atteggiamento compositivo libero emerge dalla struttura del primo movimento, aperto e chiuso da un episodio in Adagio.

Un rullo di timpani introduce un’atmosfera cupa, che lascia emergere un tema severo, quasi pensieroso.

Chiude un Allegro con spirito frenetico, interamente basato su un solo elemento tematico.

Haydn sceglie di lavorare sulla testa di questo tema, riproponendolo più di 150 volte, in un raffinato gioco di timbri e di armonie.

Un singolare e caratteristico elemento unisce il titolo e il commento di entrambe le composizioni: il suono dei Timpani.

Esecuzione della Missa “In Tempore Belli” (Paukenmesse), per soli, coro, organo e orchestra e la Sinfonia n. 103 (Paukenwirbel) per orchestra, di F. J. Haydn.

Esecutori: Schola Cantorum di Santa Giustina e Orchestra Classica Italiana.

Soli: Soprano Laura De Silva, Mezzosoprano Claudia De Pian, Tenore Andrea Biscontin, Basso Francesco Toso. Direttore M° Fabrizio Da Ros,

Dettagli

Data:
18 Settembre 2023
Ora:
0:00
Tag Evento:

Organizzatore

La Missa in tempore belli è la seconda delle sei grandi messe che Haydn scrisse negli ultimi anni di attività, tra il 1796 e il 1802.

Deve il suo nome alle particolari circostanze storiche: le minacciose invasioni napoleoniche.

E’ detta anche Paukenmesse, messa dei timpani, proprio per l’assolo di questo strumento durante L’Agnus Dei, i cui i colpi evocano il rombo dei cannoni sui campi di battaglia, cui fa seguito la costante invocazione “dona nobis pacem”.

La Sinfonia 103 risale al periodo del soggiorno londinese di Haydn e fu composta durante l’inverno 1794-1795.

Manifesta una completa padronanza della forma, ma nello stesso tempo introduce soluzioni innovative, che anticipano quell’emancipazione dalle architetture classiche, che sarà realizzata pochi anni dopo da Beethoven.

Un atteggiamento compositivo libero emerge dalla struttura del primo movimento, aperto e chiuso da un episodio in Adagio.

Un rullo di timpani introduce un’atmosfera cupa, che lascia emergere un tema severo, quasi pensieroso.

Chiude un Allegro con spirito frenetico, interamente basato su un solo elemento tematico.

Haydn sceglie di lavorare sulla testa di questo tema, riproponendolo più di 150 volte, in un raffinato gioco di timbri e di armonie.

Un singolare e caratteristico elemento unisce il titolo e il commento di entrambe le composizioni: il suono dei Timpani.

Esecuzione della Missa “In Tempore Belli” (Paukenmesse), per soli, coro, organo e orchestra e la Sinfonia n. 103 (Paukenwirbel) per orchestra, di F. J. Haydn.

Esecutori: Schola Cantorum di Santa Giustina e Orchestra Classica Italiana.

Soli: Soprano Laura De Silva, Mezzosoprano Claudia De Pian, Tenore Andrea Biscontin, Basso Francesco Toso. Direttore M° Fabrizio Da Ros,

Dettagli

Data:
18 Settembre 2023
Ora:
0:00
Tag Evento:

Organizzatore