FUTOURIST

PROMOZIONE DEL PATRIMONIO NATURALE E CULTURALE
ALPINO ATTRAVERSO INIZIATIVE OPEN AIR

IL PROGETTO

Il progetto ”FUTOURIST - Promozione del patrimonio naturale e culturale alpino attraverso iniziative open air sportive, turistiche e soste- nibili” finanziato dal Fondo Europeo di sviluppo Regionale e Interreg V-A Italia Austria 2014- 2020 è realizzato dalla Camera di Commercio di Treviso-Belluno, in collaborazione con i partner transfrontalieri Comune di Asiago e Tiroler Umweltanwaltschaft
FUTOURIST, applicato in località alpine meno note e sconosciute al turismo di massa che si presentano perfettamente ai nuovi format turistici, promuove un tipo di turismo “soft”, emozionale e tematico, che va di pari passo con la cura e la conservazione dei preziosi gioielli della natura e con l’educazione ambientale
FUTOURIST si  pone l’obiettivo di aumentare il numero di arrivi nell’area di progetto attraverso la promozione dell’asset transfrontaliero di itinerari tematici. All’interno di sette aree pilota selezionate (3 in provincia di Belluno, 1 ad Asiago e 3 in Tirolo) saranno infatti individuati 40 itinerari ed azioni tematiche di interesse culturale e naturale, da valorizzare attraverso le attività progettuali

5 ragioni

01

TURISMO SOSTENIBILE

Le Alpi sono un luogo di attrazione d’eccellenza per il turismo straniero. Allo stesso tempo proprio le aree alpine sono maggiormente colpite dagli effetti del cambiamento climatico, rispetto ad altre regioni. E’ necessario sviluppare un’offerta alternativa per il turismo di massa collegato agli sport invernali.

02

VIVERE LA NATURA INTENSAMENTE

Sempre più visitatori hanno il desiderio di passare il tempo in ambienti naturali per compensare lo stress e la mancanza di movimento della vita quotidiana. Futourist offre la possibilità di vivere esperienze uniche in un ambiente ancora incontaminato.

03

Valore aggiunto regionale

Le nuove offerte favoriscono il turismo giornaliero e il numero di pernottamenti. Le infrastrutture vengono mantenute e promosse e l’identità dell’area viene rafforzata. I prodotti autentici e regionali sono più popolari che mai.

04

Conservazione del paesaggio naturale e culturale

La natura e i paesaggi mozzafiato, con le peculiarità e diversità delle loro aree abitate, sono caratteristiche distintive delle Alpi. Attraverso la valorizzazione degli spazi naturali questa potenzialità potrà essere sfruttata in maniera sostenibile.

05

Miglioramento della qualità della vita

Le esperienze vissute in ambienti incontaminati hanno effetti positivi sul benessere fisico e mentale dei visitatori. L’ambiente intatto è essenziale per la salute.

MAPPA

DOLOMITI PREALPI

Dai dolci rilievi prealpini alle guglie dolomitiche, il territorio Dolomiti Prealpi rappresenta l’ingresso meridionale delle Dolomiti Patrimonio dell’Umanità. Sulla centrale Valbelluna si affacciano il Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, le Prealpi ed il Massiccio del Grappa, balconi naturali sulla Pianura Veneta. Ricco il patrimonio culturale, dai castelli, ai musei, dai borghi rurali e ai prestigiosi edifici religiosi. Molti gli sport da praticare, dal trekking alla bike, dal canyoning al parapendio. Grazie al millenario connubio tra uomo e natura, Dolomiti Prealpi è anche luogo di sapori unici che nascono dal contatto tra la tradizione gastronomica veneta e quella ladino-dolomitica.

Anello feltrino e Valle di Lamen Anello Melere - Pian de le femene Anello zumellese Croce d'Aune - rifugio Dal Piaz Anello lamonese

ASIAGO

Asiago, in Provincia di Vicenza, è il centro principale dell'Altopiano più vasto d'Italia, una vasta conca verde nel cuore della montagna veneta circondata da cime che arrivano a 2.350 metri d'altezza. Il territorio di Asiago è come una grande palestra a cielo aperto per chi ama il trekking, le escursioni a piedi o a cavallo, il nordic walking, l'orienteering e la mountain bike, con centinaia di chilometri di strade sterrate in mezzo alla natura incontaminata, alla storia e alla cultura. Risulta facile abbandonarsi a tutta la bellezza offerta dal paesaggio, ai colori che cambiano in ogni momento, alle sfumature dei boschi di abeti e faggi,al verde intenso dei prati ed alle più svariate tonalità dei fiori, per poi passare al paesaggio imbiancato nei mesi invernali.

Scopri di più

ALPAGO

La dolce conca dell'Alpago è la porta d'ingresso delle Dolomiti per chi arriva dalla pianura veneta. li susseguirsi continuo di prati e boschi,di colline e pendii accompagna i visitatori dal lago di Santa Croce verso la foresta del Cansiglio e le montagne che la circondano. Il fascino dell'Alpago ricco di storia, cultura e tradizioni si perde nei misteri dei tempi antichi ed oggigiorno è accresciuto dalla ricchezza della sua flora e fauna, dalle innumerevoli attività sportive che vi si possono praticare e da una tradizione culinaria di primissimo piano,autentica e profondamente legata al suo territorio.

Sentiero dei cippi della Serenissima Sulle tracce del cervo Sentiero dei S'cios Farra d'Alpago- Madonna del Runal - Lago di Santa Croce Sentiero dell'alchimista

AGORDINO

L'Agordino, con i suoi caratteristici villaggi di montagna (Alleghe, Agordo, Arabba, Rocca Pietore per citarne alcuni), è situato proprio nel centro delle Dolomiti patrimonio Unesco. La valle con fiducia promuove uno sviluppo compatibile con l'ambiente,coniugando un'attrattiva turistica di ampio respiro con un ambiente naturale di incomparabile ed incontaminata bellezza ed un bagaglio culturale secolare.

Castello di andraz Rifugio Flora alpina Nel regno dei camosci Cascata Ru de Rialt Passo Staulanza - sulle orme dei dinosauri

METEO

Guarda le previsioni del tempo